enricotomaselli

Talkin' about revolution (all texts are copyleft)

La schiuma e l’oceano

with 4 comments

É come la storiella di “al lupo! al lupo!”: a furia di dirlo, quando il lupo arriva davvero non ci crede più nessuno. E se un evento si misurasse in base agli annunci farlocchi, il Forum Universale delle Culture di Napoli non lo batterebbe nessuno. L’ultimo annuncio, direttamente da San Pietroburgo, dov’è volato insieme al San Carlo, lo fornisce Sua Maestà Giggino I°: se ne parla “tra il 20 ottobre ed il 10 novembre”; oh, intendiamoci, “potrebbe essere”!
L’evento più annunciato, ed ormai meno atteso, sembra insomma essere davvero in dirittura d’arrivo. Ma in questi anni (cinque dall’assegnazione a Napoli, due dall’avvento di Re Giggino) il Forum ha cambiato profondamente natura; da straordinaria opportunità per un autentico rilancio della città, a sepolcrale occasione per mortificarla – e, si spera, per cominciare ad affossare la dinastia arancione.
Ormai, e proprio in virtù del suo essere divenuto quasi una barzelletta, il Forum napoletano raggiunge le pagine della cronaca nazionale; addirittura L’Espresso (“Napoli, il Forum fantasma”, 25/09/13) gli dedica un servizio di tre pagine. Certo che, d’ora in avanti, la possibilità che un qualche organismo internazionale affidi a Napoli un’evento di portata mondiale, sono drasticamente ridotte al lumicino. Naturalmente possiamo sempre comprare qualche evento taroccato, come l’America’s Cup! E pensare che una volta si diceva fossero i napoletani i campioni del pacco e del paccotto
E sì, perchè quest’amministrazione bifronte (monarchica nel suo autoritarismo, finto-rivoluzionaria nei suoi proclami) sul Forum si gioca la faccia. Anzi, per dirla tutta, l’ha già persa.

Una città sottosopra

Una città sottosopra

Dall’ascesa al soglio di Palazzo San Giacomo, Luigi De Magistris ha mancato tante promesse (perchè lui è uno che ne fa tante…), dalla raccolta differenziata alla partecipazione democratica. Naturalmente, sempre per colpa di qualcun’altro: quelli di prima, i poteri forti, quelli che remano contro… Ha deluso anche i suoi, visto che ormai la sua maggioranza è esplosa, e si regge grazie ai voti di qualche eletto del centro-destra; per non parlare della giunta, che tra un rimpasto ed un’altro ormai ha visto liquidati via via quasi la totalità degli assessori iniziali. Ma quella sul Forum è la figuraccia tombale.
Nei giorni scorsi, è venuta a Napoli Mireia Belil, Direttore Generale della Fundaciò di Barcellona, per mettere a punto (per l’ennesima volta) le modalità di attuazione della manifestazione. Intervistata in proposito dal magazine online Media Express, nonostante la necessità di mantenere un minimo di bòn tòn nei rapporti istituzionali con le amministrazioni locali, ha manifestato tutto il suo sconcerto – e la sua indignazione – per la pessima gestione sinora avvenuta. Già dalle prima battute, infatti, ha tenuto a dire che “le relazioni non chiare hanno bloccato il processo del Forum che stanzia ormai a Napoli da cinque anni – dal 2008 al 2013 – laddove le altre città ci hanno messo al massimo due o tre anni”. Prima palletta in rete.

Ma la Belil non è una che la manda a dire, e chiaramente a Barcellona si son proprio scocciati. Ed ecco che spara la seconda: “attualmente il mio rapporto con il Sindaco è come con un fidanzato che rimanda la data del matrimonio e alla fine, dopo l’ ennesimo rimando, si sbotta e si dice a se stessi: ‘Ora mi cerco un amante, magari restiamo amici ma deve passare un po’ di tempo’. Non c’è spazio per soluzioni intermedie.” Di una chiarezza lapidaria.
Ma tutta l’intervista è una raffica di bordate contro l’indegna gestione del Comune e della Regione, e vale davvero la pena di leggerla per intero.
Insomma, la figuraccia epocale è già scritta negli annali, ora si tratta solo di bere l’amaro calice sino alla feccia. Per fortuna, a testimonianza che la città non è totalmente arresa, nè completamente distratta, qualcuno ha pensato da tempo a marcare una distanza da questa pessima gestione, evidenziando a Barcellona il disastro che si stava preparando. Fanno invece un po’ sorridere, o meglio: sghignazzare, certe critiche pelose – come quelle di Gianni Lettieri, pseudo-leader della pseudo-opposizione di centro-destra, che continua a proporre il rinvio di un’anno (evidentemente ignaro che la Fundaciò ha già detto decisamente no). Lettieri fa infatti finta di non sapere che buona parte delle responsabilità in questo fallimento annunciato sono proprio del suo sodale a Santa Lucia, il Presidente Caldoro. La sua recente proposta di rimettere in sella Nicola Oddati poi (ma non l’aveva suggerito in qualche modo anche l’assessore Daniele?…), sembra davvero una parodia provinciale delle (fallimentari) larghe intese.

Tutto questo succedersi di boutades, di beghe risibili, di rimpalli senza fine; questo schiumare di incompetenze, di improvvisazioni, di pressapochismi, non fa che distogliere l’attenzione dal nocciolo della questione. Che non è più né quando né come si farà il Forum. Il Forum è già un cadavere, e da qui alla primavera 2014 se ne celebrerà la versione prolungata e partenopea delle antesterie.
La vera questione è l’approssimarsi del tracollo di quest’amministrazione. Sotto lo spumeggiare della superficie, si sta formando il vortice che rischia di inghiottire la città. Un anno fa, quando si era ancora in tempo, lanciammo l’allarme; alla città, ed alle autorità di Barcellona. Fermare il Forum, revocarne l’assegnazione a Napoli, perchè l’incapacità delle sue classi dirigenti era manifesta. L’allarme non fu purtroppo raccolto – né colto – sia qui che in Catalogna, ed abbiamo continuato a scivolare su questo piano inclinato.
Come dice il poeta e mistico persiano Jalal ad-Din, quasi coevo di Dante, “Tu vedi la polvere turbinare, ma come potrebbe sollevarsi da sola? Tu vedi la schiuma, ma non l’oceano”.
Se continueremo a fermare lo sguardo sulla schiuma, senza vedere e comprendere l’oceano che la genera, rischiamo di esserne travolti. E Napoli non merita di affondare per via di una ciurma con la bandana dei pirati, arancione e sulle ventitrè.

Annunci

4 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Non solo! Nelle ultime ore (ieri o l’altro ieri) leggevo le nuove dichiarazioni. Pare che il clou del Forum ci sia tra marzo/aprile e che adesso “si partirà dal basso” coinvolgendo le persone “in modo che non gli venga scippato un evento da persone estranee e distanti dalla città”…. una dichiarazione degna di un organizzatore subentrato al precedente rovinoso amministratore; peccato che l’abbia fatta il Sovrano decaduto.
    Caro Enrico ormai siamo coi piedi quasi nell’abbisso (anche perchè ci arriveremo tra poco direttamente attraverso i fossi che sono per strada) e il guaio peggiore è che in quel di Roma stanno (siamo) già nella melma e ce ne vorrà per risalire!

    lois

    29 settembre 2013 at 14:15

    • Quali sarebbero mai queste “persone estranee e distanti dalla città” poi… Ma davvero mi sono stancato di sottolineare ogni sciocchezza che vien detta dagli amministratori di questa città. Io mi preoccupo del futuro. Loro appartengono già al passato; anche se resteranno attaccati alla poltroncina sino allo spasimo, la mediocrità è tale che dedicargli troppo tempo e troppa attenzione è un’insulto all’intelligenza.
      Guardiamo avanti!

      enricotomaselli

      29 settembre 2013 at 14:34

    • Comunque, dire il 2 ottobre che il Forum inizia il 18 novembre, e contestualmente affermare “da oggi inizia la fase organizzativa del Forum delle culture”, è davvero un capolavoro – dell’assurdo o forse dell’ossimoro…

      enricotomaselli

      2 ottobre 2013 at 14:55


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: