enricotomaselli

Talkin' about revolution (all texts are copyleft)

Benvenuti a turistopoli

with 2 comments

#turistopoli #ForumFantasma #lacittàpiùbelladelmondo #11milionidieuro

Con gran clangore di fanfare, l’amministrazione comunale annuncia per oggi l’arrivo di 15.000 croceristi, a bordo di tre navi che approdano al porto (commissariato) della città.  Come ormai d’uso si presenta ciò come un grande evento, e mobilitando per l’occasione vigili urbani, protezione civile e personale pubblico per l’accoglienza. Il che, intendiamoci, va anche bene. Non è tanto la mobilitazione comunale in sé, a lasciare perplessi, quanto l’enfasi nel presentarla, il non detto che nasconde, e soprattutto l’orientamento di fondo che traspare.
A Napoli attraccano annualmente decine e decine di navi da crociera, e l’eccezionalità odierna sta solo nella concentrazione, e nella presenza della Oasis of the Seas, la più grande nave da crociera al mondo. Purtroppo, la gran parte dei croceristi o resta a bordo oppure appena scesa si dirige altrove (Pompei, penisola sorrentina, costiera amalfitana…). E ciò non certo perchè queste località mandino qualcuno ad accogliere i croceristi in porto con fiori – quasi fossimo alle Hawai… – ma perchè lavorano all’accoglienza turistica in modo serio, competente, e soprattutto pianificato. Perchè se c’è un settore che richiede, tra l’altro, pianificazione a medio e lungo termine, questo è proprio il turismo.

Oasis of the seas

Oasis of the seas

Eppure, paradossalmente, questa amministrazione fa del turismo la sua dichiarata ossessione.
Ogni sua azione, sembra avere lo scopo di migliorare l’immagine di Napoli, di incrementarne il turismo. Con questa scusa, negli ultimi anni sono stati spesi milioni di euro – a partire dalle regate della America’s Cup. A parole, i turisti sono nel cuore di questa amministrazione. Sembra che tutto si faccia per loro. Peccato che a giudicare dalle condizioni della città, i cittadini sembrino essere marginali.
Che le difficoltà siano tante, nessuno se lo nasconde. Ma la prosopopea che promana da Palazzo San Giacomo è davvero intollerabile.

Sempre oggi, il commissario al Forum delle Culture Pittèri (come titola oggi il Corriere del Mezzogiorno, qui c’è un commissario per tutto…) interviene su il Mattino per rispondere alle critiche su come stia andando questo grande evento. Naturalmente, manco a dirlo, anche in questo caso tout va très bien! Sorvolando ovviamente sul fatto che siamo ad ottobre 2014, e quella che si dovrebbe celebrare è l’edizione 2013…, il nostro vanta la partecipazione di 60.000 persone alle iniziative del Forum. Di là dal fatto fatto che ci piacerebbe sapere da quale cilindro esce questa cifra, anche prendendola per buona non si può che constatare come attesti il fallimento del Forum. Napoli conta quasi un milione di abitanti, è solo l’area metropolitana almeno due-tre volte tanti.

Il commissario ci fa anche una lezioncina sui buoni principi cui ispirare l’azione delle politiche culturali (“riportare la cultura dentro la vita quotidiana”, “rimettere al centro le comunità di prossimità”, “favorire progettualità localizzate”, “creare occasioni per la nascita di reti locali ed extraterritoriali”…). Peccato che, ancora una volta, la città e l’area metropolitana siano praticamente inconsapevoli della stessa esistenza del Forum, che non ve ne sia traccia visibile, che in alcun modo sia stata favorita la partecipazione della cittadinanza al processo di costruzione del Forum (preferendovi il solito scherzetto del finanziamento ad una serie di progetti slegati tra loro, e che – indipendentemente dalla singola qualità – si traduce nella solita vecchia pioggia di microfinanziamenti).

Per tacere, ovviamente, sulla assoluta mancanza di qualsivoglia pianificazione dei flussi turistici in relazione all’evento. Che, del resto, nella sua miseria complessiva, difficilmente avrebbe potuto convincere qualcuno a venire a Napoli per questo. Il tutto, per la modica cifra di 11 milioni di euro. Mentre la città cade a pezzi, le periferie affogano nel degrado e nell’abbandono, la vita civile si imbarbarisce sempre più.
Però, abbiamo il turismo nel cuore.
Benvenuti a Napoli, #lacittàpiùbelladelmondo …

Annunci

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Caro Enrico (permettimi di darti del caro, ormai ti leggo da molto tempo), la prima notizia utile -a parte le dimensioni colossali di una delle navi- che da stamattina si legge sui giornali è che i crocieristi saranno “scortati da cento vigili”, lo stesso che accadrebbe se fossero arriviati in terra mediorientale tra i famigerati nuclei del’IS.
    Sinceramente ci taccino pure di essere gufi, di essere quelli che si piangono sempre addosso, ma per quanto mi riguarda il famoso orlo del precipizio di cui parlavamo qualche tempo fa qui da te, lo abbiamo raggiunto, forse ci siamo pure dentro e nessuno lo vede. Ci piace gingillarci di cose che non esistono mentre tutto intorno è devastazione. Sul Forum? c’è stato abbastanza da ridere alla pubblicazione del programma estivo trionfalmente esibito come una grande conquista… per aspera ad astra (!)…

    lois

    16 settembre 2014 at 14:00

    • Personalmente non sono tanto i 100 vigili, a scandalizzarmi, quanto l’enfasi con cui si sottolinea l’occasione. Un po’ di understatement non farebbe affatto male, all’amministrazione comunale.

      enricotomaselli

      16 settembre 2014 at 14:21


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: